Una breve storia del tè

tè in Giappone
  • Entra nel mondo di Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te
  • SHORTS FROM AMERICA: RACCONTI VELOCI PER LA METRO, IL TRAM, IL BUS, LA PAUSA PRANZO, LA VASCA DA BAGNO, LA SALA D'ASPETTO, GLI IMPAZIENTI E PER TUTTI GLI ALTRI
  • Io e te
  • Ho sempre voluto te
  • Io prima di te [Edizione Roughcut]
  • Mini Bréviaire du Snobisme: (de 0 à 18 ans) (French Edition)
  • Io, te e il mare
  • La storia di santa Lucia
  • Un cavallo da sogno: 1
  • Storie per te. Ediz. illustrata

Sicuramente tutti voi avete già assaggiato questa bevanda – alcuni di voi l’avranno apprezzata mentre altri saranno rimasti meno entusiasti. In ogni caso vi consiglio di dare un’occhiata a quest’articolo. Il tè non si limita ad essere una semplice bevanda, ma vanta anche una storia estremamente interessante.Se avete voglia, allora vi consiglio di dare un’occhiata a quest’articolo per saperne qualcosa in più!

Fonte: https://la-mia-teiera.info/

Il tè in Gran Bretagna

tè in Gran Bretagna

Quasi tutti gli Europei quando pensano al tè, pensano inevitabilmente all’Inghilterra. Tuttavia dovete sapere che la storia d’amore fra tè e inglese è relativamente recente. Ancora agli inizi del XVII secolo, il tè era considerato come una semplice bevanda, nemmeno troppo amata dagli inglese. La prima testimonianza scritta che abbiamo del tè inglese risale al 1615, quando un mercante inglese lo menzionò in un post scriptum.

Fu Caterina di Bragança (1638-1705), infanta portoghese e moglie del re Carlo II d’Inghilterra (1630-1685), a portare in Gran Bretagna la sua abitudine di bere il tè a qualsiasi ora del giorno, soprattutto nel pomeriggio. Inevitabilmente il tè divenne la bevanda preferita della corte della Regina e lentamente, ma inesorabilmente divenne popolare. Effettivamente, la regina consorte Caterina fu piuttosto amata dagli inglese, fatto che aiutò sicuramente l’amore inglese per questa bevanda – leggete anche Barbecue che passione!.

Le cinque regole d’oro per servire il tè in Inghilterra

  • Prima di tutto si deve far bollire la teiera per riscaldare le foglie di tè.
  • Si deve mettere nella teiera un cucchiaino di tè per ogni tazza, più uno per la teiera. Proprio come quando si fa il risotto.
  • L’acqua non deve bollire mai e dev’essere lasciata fermentare per tre-cinque minuti.
  • Mescolare prima di servire.
  • Ovviamente bisogna bere con classe ed eleganza, uno stile British!

Il rito giapponese, tra mito e realtà

tè in Giappone

Il rituale giapponese del tè è estremamente codificato, molto più strutturato rispetto al rituale inglese. Le scuole principali sono tre: Omotesenke, Urasenke e Mushanokôji-Senke. Seguono regole e tradizioni diverse, tutte codificate con precisione. Per questa ragione non possiamo parlare di un solo rituale, ma di diversi rituali ben definiti e diversi fra loro.

Tuttavia ci sono diversi punti in comune: il padrone di casa deve indossare un kimono, gli ospiti possono indossare un kimono o abiti formali rigorosamente scuri. Se il tè viene servito in una casa da tè, allora gli ospiti dovranno aspettare in un giardino coperto fino a quando non saranno chiamati dal padrone di casa. La cerimonia inizia sempre con una rigorosa pulizia degli utensili davanti agli ospiti. Poi, la prima tazza viene offerta all’ospite d’onore, quello più importante per rango o più anziano. Raramente si parla – ci si gode il sapore del tè e la musica!

Guardate anche …